Banca Centrale della Repubblica di San Marino

 

Funzioni: La Banca Centrale della Repubblica di San Marino è l'autorità di vigilanza del sistema bancario, finanziario e assicurativo sammarinese. Svolge un'azione di osservazione e controllo del sistema dei pagamenti, di promozione dei codici di condotta e degli standard operativi, emana linee guida, raccomandazioni e disposizioni relative alla sorveglianza e prevenzione degli illeciti nell'attività degli operatori.

Oggetto della vigilanza sono banche, società finanziarie, fiduciarie, società di gestione di fondi comuni di investimento, imprese di investimento, imprese di assicurazione, soggetti che svolgono l'ufficio di trustee, promotori finanziari, intermediari assicurativi.

Tra le sue funzioni principali, quella di assicurare la stabilità del sistema finanziario e di tutelare gli investitori. Ma la Banca Centrale è anche autorità valutaria, controlla il sistema dei pagamenti, assolve l'attività di consulenza, tesoreria ed esattoria per lo Stato. Infine, al suo interno dal 2004 è stato istituito il Servizio Antiriciclaggio che ha la facoltà di bloccare capitali o beni stanziati da intermediari finanziari in caso di "gravi e convergenti indizi di riciclaggio o finanziamento del terrorismo". Del proprio operato, la Bcsm risponde al giudizio del Consiglio Grande e Generale, il parlamento sammarinese, che a sua volta nomina il presidente, i componenti del consiglio direttivo ed il presidente del collegio sindacale.

Composizione societaria: Socio di maggioranza della Bcsm è lo Stato che possiede il 70% delle sue quote. Il resto è così spartito tra le 4 banche storiche del Titano: il 14% appartiene alla Cassa di Risparmio di San Marino, la Banca di San Marino detiene il 6% delle quote, mentre il 5% è della Banca Agricola Commerciale, così come del Credito Industriale Sammarinese.

Presidente: Antonio Valentini

Direttore Generale: Luca Papi

Sede: Via del Voltone, 120 - 47890 San Marino Città. Tel. 0549-882325 - www.bcsm.sm