Filatelia e Francobolli di San Marino

 

La Storia
San Marino inizia ad avere francobolli "suoi" solo nel 1877, una volta siglata con il Regno di'Italia la convenzione postale che metteva fine all'affrancatura "made-in-Italy" della posta sammarinese. La prima serie di stampe riproduceva le immancabili tre torri del Titano, simbolo del Paese. A idearli, fu la ditta fratelli Pellas di Genova, mentre furono stampati a Torino, dall'Officina Carta e Valori, su carta filigranata italiana.

La prima emissione commemorativa risale invece al 1894 e fu dedicata ad un evento di rilievo della storia sammarinese: l'inaugurazione del Palazzo Pubblico, nuovo palazzo del governo e del parlamento del Titano, cuore della vita istituzionale e politica.

Il Santo Marino, fondatore del Paese, fu tra le prime "icone" di personaggi della storia del Titano a comparire sui francobolli: nel 1923 gli fu dedicata infatti una serie intera. Non poteva mancare l'omaggio filatelico a Giuseppe Garibaldi, tra gli uomini italiani più cari ai sammarinesi. Per la prima volta, è raffigurato in una serie del 1924, che ricorda il 75° anniversario del celebre "scampo garibaldino" sul Titano. Infatti, nell'estate del 1849 il condottiero, a ridosso del confine sammarinese, è in fuga dagli austriaci. Oramai circondato, trova asilo con i suoi uomini nella Repubblica di San Marino. Grazie all'aiuto delle guide sammarinesi riesce poi a fuggire di nascosto dalla morsa austriaca e a salvarsi. Da allora, Garibaldi sarà sempre grato al Titano e rispetterà la sua sovranità al momento dell'unità d'Italia.

Oggi come allora, San Marino dedica le sue emissioni periodiche a momenti celebrativi della sua storia e non solo. Particolare attenzione, per la vicinanza, hanno infatti gli eventi e i personaggi famosi italiani, che sono spesso protagonisti di serie a loro dedicate. Ma non mancano omaggi a nomi altisonanti di altri Paesi. Celebri, per esempio, sono le serie dedicate ai Presidenti degli Stati Uniti.








Oggi - Alcuni esemplari recenti
1) Italia Campione del Mondo 2006
Emesso il 21 agosto 2006, con una tiratura di 180 mila copie, questo francobollo nel giro di poche settimane è finito "sold out". Con questa stampa, San Marino partecipa ai festeggiamenti dei "vicini di casa" per la vittoria degli Azzurri ai campionati mondiali di calcio che si sono tenuti in Germania. Ideata dal disegnatore Valerio Pradal e dal fotografo Renato d'Agostin, "Nonna Isetta", novantaduenne in festa protagonista del francobollo, porta con sé un patrimonio ineguagliabile: il ricordo di tutte e quattro le vittorie della nazionale di calcio italiana, Italia 1934, Francia 1938, Spagna 1982 e Germania 2006.

2) Presidenza del Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa 2007
Dopo sedici anni, nel semestre compreso fra novembre 2006 e maggio del 2007, la Repubblica di San Marino ha ricoperto la presidenza del comitato dei ministri del Consiglio d'Europa. All'evento di grande rilievo politico, sono stati dedicati una medaglia e un francobollo. Emesso il 23 gennaio 2007, in 120 mila copie, l'immagine del francobollo riproduce a sinistra la bandiera di San Marino, a destra su sfondo blu, il logo del Consiglio d'Europa.

3) 200° Anniversario della nascita di Garibaldi
L'eroe dei due mondi è uno dei personaggi della storia d'Italia più cari ai sammarinesi e, di conseguenza, più celebrati dalle emissioni filateliche del Titano. La prime serie a lui dedicata risale al 1924. Quella più recente, emessa il 20 aprile 2007 in 100 mila copie, celebra l'anniversario dei 200 anni della sua nascita attraverso tre valori: 0,65, 1,40, 2 euro. Le immagini dei tre francobolli riprendono gli episodi salienti della vita del condottiero: l'impresa dei Mille, la permanenza in Sud America, l'incontro a Teano con il Re Vittorio Emanuele II. Infine, non poteva mancare, tra gli altri, "lo scampo garibaldino", episodio che lega la vita del condottiero e San Marino, dove trovò asilo nel 1849.