Le origini di San Marino

Gli scavi archeologici accertano che il Monte Titano fosse abitato fin dalla preistoria.

guercino santo marino

Scuola del Guercino – San Marino Benedicente (XVII sec)

Secondo la leggenda scritta in un’agiografia anonima del XII secolo, la Repubblica di San Marino deve le sue origini al Santo Marino, un tagliapietre che arrivò nel 257 d.C. a Rimini dalla Dalmazia. Al tempo, per volere dell’imperatore Diocleziano, la comunità Cristiana subiva persecuzioni e angherie, per questo Marino si rifugiò sul Monte Titano.

La personalità del viandante emerse nella piccola comunità montana per le sue doti da taumaturgo che ben presto gli permisero di ricevere in dono il monte Titano da donna Felicissima, come ringraziamento per la guarigione del figlio.

Nel 301 d.C. la leggenda vuole che Marino morì pronunciando queste ultime parole, simbolo della sua missione, “Relinquo vos liberos ab utroque homine” – “vi lascio liberi da ambedue gli uomini” – intesi Imperatore e Papa.

È datato 885 d.C. il placito Feretrano, primo documento in cui è testimoniata la vita della comunità sammarinese.

La denominazione “Terra di San Marino” nacque all’epoca dei Comuni secoli in cui il governo del monte era affidato, secondo principi democratici, ai capi-famiglia riuniti in un’assemblea chiamata Arengo. Il potere esecutivo spettò al Rettore e al Capitano Difensore fino al 1243 quando vennero scelti i primi due Capitani Reggenti, figure nominate ogni sei mesi e ancora previste nell’organizzazione istituzionale.

Nel 1295 l’Arengo promulgò il primo corpo di leggi dal quale discende lo Statuto del 1600 che, come l’organizzazione istituzionale, è sopravvissuto fino ai giorni nostri.

Per la popolazione della Repubblica il bene più prezioso era l’indipendenza, fino ad allora mantenuta, nonostante gli attacchi esterni subiti nel XI secolo da Saraceni, Normanni e Ungari e nel XVI secolo da Cesare Borgia e il Cardinale Alberoni.

Ben presto l’antica Repubblica divenne un luogo riconosciuto da figure note del panorama storico: Napoleone Bonaparte ampliò l’estensione del territorio nel 1797, Giuseppe Garibaldi e le sue truppe trovarono rifugio nella Repubblica autonoma e Abramo Lincoln riconobbe lo “Stato come uno dei più onorati della storia”.

Nel 1815 San Marino venne proclamato Stato Indipendente a livello internazionale

Il suo percorso storico, le testimonianze della guerra di indipendenza (durante il Risorgimento offrì asilo a molti patrioti e numerosi Sammarinesi presero parte alle guerre di indipendenza ) e della seconda guerra mondiale permettono di ricordare il territorio come un luogo neutrale sempre pronto a dare asilo politico e ospitalità alle vittime italiane.


INSERISCI UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>