An error has occurred

Capitani Reggenti San Marino, nomina capitani

Capitani Reggenti

La Reggenza è un organo collegiale che costituisce l’entità al vertice dello Stato Sammarinese e, come indicato dall’art. 3 della dichiarazione dei diritti, svolge l’ufficio di Capo di Stato.
È composta dai 2 Capitani Reggenti designati semestralmente dal Consiglio Grande e Generalee scelti tra i propri componenti con votazione a mezzo di scheda.

Risulta eletta la coppia che ottiene la maggioranza assoluta dei voti. L’incarico è a tempo determinato e si protrae per 6 mesi dal 1° aprile e dal 1° ottobre di ciascun anno.
capitani-reggenti
Requisiti richiesti per assumere la carica di Reggente sono:

  • possesso del consilierato
  • età non inferiore agli anni 25
  • cittadinanza sammarinese originaria e cioè ottenuta dalla nascita
  • non aver ricoperto il medesimo incarico nei 3 anni precedenti

Ai Reggenti compete la presidenza del Congresso di Stato, del Consiglio Grande e Generale e del Consiglio dei XII e spettano inoltre il potere di legiferare per mezzo di decreti in caso d’urgenza; i decreti così emessi hanno validità per 3 mesi ed entro il detto termine devono essere rettificati dal Consiglio Grande e Generale pena la decadenza.

A fine mandato i Reggenti sono sottoposti a un controllo costituzionale e amministrativo nella forma statutariamente stabilita dal Sindacato.

Storicamente l’organo della Reggenza nacque per amministrare la giustizia, a questa funzione si affiancò quella amministrativa, gestita per lunghi secoli in unione al Consiglio Grande e Generale.

Fino al 1200 circa i Capitani Reggenti venivano chiamati Consoli, poi nel 1295 furono designati col titolo di Capitano (Capitaneus) quello del ceto primario e Difensore (Defensor) quello del ceto campagnolo.
Nel 1317 entrambi vennero chiamati con il titolo di Capitano o Rettore (Capitaneus seu Rector) da cui l’appellativo Capitano Reggente.

La leggenda vuole che a istituirli fu lo stesso Santo Marino, fondatore della comunità. Nelle sue intenzioni, il divieto di accentrare il potere in un un’unica persona.


INSERISCI UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>