Cerimonia di Insediamento dei nuovi Capitani Reggenti a San Marino

Ogni anno, il 1° aprile e il 1° ottobre, si svolge a San Marino la Cerimonia di Insediamento dei Capitani Reggenti, un momento antico e molto suggestivo in cui i due Capi dello Stato assumono l’Alto Mandato che durerà 6 mesi.

Le origini di questa Cerimonia sono molto antiche, risalgono addirittura al Medioevo. Per questo motivo, è un appuntamento davvero molto suggestivo, in grado di richiamare ogni 6 mesi moltissimi visitatori.

Il programma della Cerimonia si apre alle 9,45 del 1° ottobre con l’alza bandiera in presenza della Guardia d’Onore del Consiglio Grande Generale, della Milizia e della Banda Militare. A questa, seguirà, dalle 10.00 alle 13.00, il cerimoniale di Insediamento dei Capitani Reggenti: questi, seguiti dalle Autorità di stato, dalla Guardia d’Onore del Consiglio Grande e Generale, scortati dalla Milizia e dalla Banda Militare, sfilano per le vie del centro toccando Palazzo Valloni e la Basilica del Santo, fino al Palazzo Pubblico.
Qui, ha luogo la Cerimonia solenne in cui i Capitani Reggenti che hanno terminato il loro mandato, consegnano il potere ai nuovi eletti. Questi, a loro volta, guideranno la Repubblica di San Marino per sei mesi, fino al prossimo 1° aprile, data in cui con una nuova Cerimonia, si insedieranno i 2 neoeletti Capitani Reggenti.

I Capitani Reggenti sono un’istituzione molto antica: se ne ha notizia a partire dal 1244 col nome di consules. Successivamente vennero chiamati uno Capitano e l’altro Difensore per poi divenire entrambi Capitani. Essi presiedono il Consiglio Grande e Generale, il Consiglio dei XII, il Congresso di Stato e hanno diritto di veto uno sull’altro: ogni decisione deve essere presa di comune accordo.

L’istituzione della Reggenza è la massima espressione dello stato e della democrazia. La durata stessa (6 mesi) del mandato lo sottolinea: la durata è breve per evitare un eccessivo accentramento del potere nella mani di due persone.
Al termine del loro mandato, inoltre, i Capitani vengono sottoposti al Sindacato della Reggenza, che può essere attivato da qualsiasi cittadino che abbia obiezioni circa l’operato dei Capitani. A questo punto, gli stessi Capitani possono essere rieletti, ma non prima che siano passati almeno 3 anni dall’ultimo mandato.


INSERISCI UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>