An error has occurred

Chi avvelena i cani a San Marino? | San Marino Site Turismo

Chi avvelena i cani a San Marino?

cani_avvelenatiDa mesi la Repubblica di San Marino nel mirino di un pazzo che avvelena e uccide i cani: 18 fino a questo momento le vittime. L’ultimo caso sabato 28 maggio quando 2 cani sono rimasti uccisi alla XXVII Mostra Internazionale Canina.

Prima la rabbia e il dolore, poi l’indignazione della società civile e la condanna da parte delle istituzioni. Aperte le indagini, due le piste probabili: assassinio seriale o boicottaggio della mostra?

Quello che è successo è gravissimo. Grave che da due mesi continuino a cadere vittime innocenti nelle mani di un pazzo squilibrato che avvelena i cani e li uccide. Questa volta il colpevole ha colpito dritto al cuore della più importante Mostra Canina sammarinese, attirando su San Marino la rabbia dei proprietari e allevatori che hanno portato via in fretta e furia gli animali in braccio per evitare qualsiasi contatto col terreno contaminato.

Le reazioni non si sono fatte attendere. La prima domenica sera, quando i sammarinesi sono scesi in strada per una fiaccolata di protesta.
Martedì 31 maggio, la task force: al tavolo l’Iss, l’Ugraa, la Gendarmeria, i Segretari di Stato competenti (Giustizia, Sanità, Esteri e Territorio).
In questo momento si indaga non solo per maltrattamento di animali ma anche per l’aggravante dell’inutile uccisione.

Per ora sono 4 gli esposti contro ignoti presentati e 2 da parte dei proprietari dei cani uccisi.
La Gendarmeria segue due piste: assassinio seriale e boicottaggio dell’esposizione canina.
L’Apas, dal canto suo, è sicura di avere un sospetto: il colpevole sarebbe un sammarinese che vive proprio nella zona dove si è concentrata la maggior parte dei casi.

La Gendarmeria, invece, resta cauta, ha inoltrato la segnalazione alla magistratura e posto sotto sequestro il materiale rinvenuto: un’esca e una bottiglia rotta, forse usata per contenere il tossico utilizzato per uccidere gli animali.

Il caso verrà discusso il 6 giugno nel corso della seduta settimanale del Congresso di Stato. Intanto, sono attese a San Marino le telecamere di Striscia la Notizia: dopo il caso delle armi vendute impropriamente ai minorenni, ora lo spiacevole caso dell’uccisione dei cani, che oltre a rappresentare un atto di grande inciviltà, getta inevitabilmente discredito sull’immagine di San Marino in Italia e all’estero.
Ricordiamo, infatti, che all’esposizione canina di sabato erano iscritti 1700 esemplari provenienti anche dall’estero.


  1. dalina says:

    l’importante e’ che la cautela delle istituzioni non serva a nascondere il /i colpevoli…magari perche’ sanmarinese.

INSERISCI UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>