Festa di Liberazione della Repubblica e di Sant’Agata

Nella Repubblica di San Marino una delle feste istituzionali più sentite è di certo quella dedicata a Sant’Agata. Ogni anno questa Santa, che è anche la compatrona della città, viene festeggiata il 5 febbraio. Il giorno del festeggiamento è fissato a questa data e viene fatto risalire al 1740, quando il cardinale Enriquez, inviato dalla Santa Sede, restituì quell’autonomia e quella libertà che nei mesi precedenti il cardinale Alberoni aveva cercato di minare. Dal 1740 ogni anno a San Marino si festeggia con cerimonie e processioni solenni che prendono vita nel Borgo Maggiore fino ad arrivare nella Basilica del Santo.

Programma del 2013 per la giornata del 5 febbraio è il seguente:
Le Sante Messe vengono celebrate nella Cripta di Sant’Agata alle ore 8, 9 e 10 della mattina, mentre la Messa solenne viene celebrata nella Cripta di Sant’Agata alla presenza dell’Ecc.ma Reggenza e delle Autorità alle 11.30. L’alzabandiera a Palazzo Pubblico avviene alle 14.30 alle presenza di tutti i Corpi Uniformati.

La processione in onore di Sant’Agata ha partenza da Borgo Maggiore alle 14.30, mentre il trasferimento della Reggenza e delle Autorità, scortate dalla Guardia d’Onore, nella Basilica avviene alle 15. Il rito in Basilica, Canto del “Te Deum” ed esecuzione dell’Inno Nazionale, benedizione inizia alle 15.30.

In serata la compagnia sammarinese “Il Piccolo Teatro Arnaldo Martelli” rappresenta nel Teatro Titano una commedia in vernacolo sammarinese.


INSERISCI UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>