An error has occurred

Monet, Renoir, Cezanne: tutti insieme sul Titano | San Marino Site Turismo

Monet, Renoir, Cezanne: tutti insieme sul Titano

Marco Goldin, l’uomo che trasforma in oro l’arte. Potremmo definirlo così questo imprenditore  dell’arte che continua a seminare successi in tutta Italia con le mostre organizzate per Linea d’Ombra.

Così è sembrato ai riminesi che nelle ultime settimane si sono trovati, passando davanti a Castel Sismondo, di fronte all’inusuale spettacolo di lunghe code di turisti fermi di fronte alle porte della mostra “L’incanto della pittura. Da Rembrandt a Gauguin a Picasso”.


Così devono aver pensato anche a San Marino, dove venerdi scorso è stata presentata alla stampa la nuova mostra “Goldiniana” in programma per il prossimo autunno a San Marino nelle sale di Palazzo SUMS.

Avrà per titolo “Monet, Cezanne, Renoir e altre storie di pittura in Francia” ed è stata pensata in stretta relazione alla mostra che inaugurerà nello stesso periodo a Rimini “Parigi. Gli anni meravigliosi”, entrambe in programma dal 23 ottobre 2010 al 27 marzo 2011.

Uno stesso filo conduttore legherà dunque Rimini e San Marino nel segno dell’arte, nella speranza, si augurano sul Titano, che la mostra sammarinese sappia eguagliare o almeno avvicinarsi ai numeri insperati realizzati dalla mostra di Castel Sismondo: saranno 180 mila i visitatori entro il 21 marzo, data di chiusura della mostra (in ritardo di una settimana rispetto alle previsioni vista la grande affluenza di pubblico).

Il Segretario di Stato al Turismo Fabio Berardi non ha dubbi sull’effetto trainante sul turismo della mostra, che definisce “un evento che potenzierà l’attrattiva culturale della Repubblica producendo ripercussioni positive sull’attività turistica” confermano San Marino, già inserito dall’Unesco tra i siti patrimonio dell’Umanità, naturalmente incline al turismo culturale.
Fiducioso e soddisfatto dell’iniziativa anche il Segretario alla Cultura Romeo Morri, che ha aggiunto: “Investire sulla Cultura significa investire sul futuro del paese”.
E che si tratti di un investimento non ci sono dubbi, visto che la mostra sammarinese costa alla Repubblica 500 mila euro.

La mostra conterrà 25 dipinti tra cui Monet, Cezanne, Pissarro, Renoir, Degas, tutti insieme nelle sale di Palazzo SUMS, che per l’occasione subiranno qualche intervento tecnico migliorativo.
L’evento è promosso dalla Fondazione San Marino Cassa di Risparmio SUMS col sostegno del Governo e della Società Unione Mutuo Soccorso, con il contributo di Ceramiche del Conca S.p.A. e SIT S.A. e in collaborazione con SUMS e con le Segreterie di Stato al Turismo e alla Pubblica Istruzione di San Marino.


INSERISCI UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>